Mentre è in moto, vede un traportino abbandonato sul ciglio della strada. Quello che trova lì dentro gli cambierà la vita per sempre…GUARDA!

Gli animali che decidiamo di adottare, oltre che una compagnia, degli affetti e dei sostegni, sono anche “persone” di cui prendersi sempre cura (non solo quando ne abbiamo voglia). Non abbiamo il diritto di decidere della vita di un cane come ci pare. Eppure, ogni anno, per strada, dei mostri abbandonano cani e gatti, lasciandoli morire di stenti e freddo.

Proprio come sarebbe successo al cane protagonista di questa commovente storia. Un giorno, Bret Wininger aveva deciso di godersi il bel tempo con il figlio, facendo un giro in motocicletta a Little Rock, nell’Arkansas, Usa. All’improvviso però, i due hanno notato sulla strada, un trasportino per cani abbandonato.

Per scrupolo, si sono avvicinati, all’oggetto e hanno provato a capire se c’era qualcosa al suo interno. Di certo, non si sarebbero mai aspettati di vedere all’interno della gabbietta un cane ridotto praticamente pelle ed ossa. La bestiolina era, tra l’altro, interamente coperto da escrementi. Non sono riusciti a capire da quanto tempo il cane si trovasse lì, in quelle condizioni. Tra l’altro, gabbietta era anche messa male, forse perché il cucciolo aveva provato ad uscire.

I due hanno deciso di fare qualcosa per quel povero cucciolo di cane. Ma sono stati costretti a lasciarlo da solo ancora per qualche minuto.

Sono tornati a casa, hanno posato la moto e preso la macchina caricandola di tutti i viveri necessari per rimettere in sesto il povero animale.

Quando i due l’hanno ritrovata (si tratta, infatti, di una femmina di cane) hanno deciso di chiamarla Charlie Bravo.

La cagnolina, in macchina, non ha esitato a mostrare la sua felicità e, ovviamente, anche la sua gratitudine.

Il suo nuovo padroncino, la prima cosa che ha fatto, è s stato tagliarle le unghie. Poi, gli è toccato ripulirla da cima a fondo, perché emanava dei cattivi odori tremendi.

Dopo qualche giorno, Charlie è stata anche visitata da un veterinario.

È stato l’esperto a rivelare che la cuccioletta aveva circa 8 mesi. In base alle sue ferite, il veterinario ha intuito che il cucciolo è rimasto nel trasportino per diversi giorni. Quando la storia di Charlie si è diffusa, in tanti si sono offerti per donazioni alla famiglia. C’era addirittura, chi si è offerto per pagare il veterinario

Brat ha donato il denaro avanzato a diverse organizzazioni per la salvaguardia degli animali.

Quando si leggono storie come queste, non è mai chiaro chi sia, tra il cane e il padrone che l’ha abbandonato senza scrupoli, la vera bestia.

FONTE: Incredibile.guru

Se hai trovato interessanti i nostri articoli continua a seguirci. Se ancora non li hai visti CLICCA QUI per vedere gli ultimi articoli.