Le impressionanti immagini che giungono dal Monte Porche, ecco cosa è accaduto dopo il sisma delle 7.40

 
 
 

Negli ultimi giorni e sopratutto nelle ultime ore i terremoti in Italia si stanno susseguendo sempre più frequentemente, questo oltre a spaventare tutti sta creando ingenti danni a cose e persone. Oggi si sono già registrati due potenti terremoti.

Tutti siamo molto in apprensione per le nostre sorti e per coloro che ci stanno a cuore e naturalmente cerchiamo di apprendere il maggior numero possibile di informazioni, dalla rete e dai media in generale. Oggi vi vogliamo mostrare delle immagini impressionanti andante in onda su SkyTg24 dopo il terremoto, il Monte Porche si è spaccato.

Le immagini sono sconvolgenti, hanno lasciato senza parole tutti gli abitanti della Val Nerina, gli uomini della Forestale, i giornalisti e tutti gli operatori di SkyTg24. Questa mattina, domenica, si è registrato una tremenda scossa di magnitudo 6.5 che ha colpito Marche ed Umbria. Subito dopo questa scossa sulla fiancata del Monte Porche è comparsa un’impressionante fenditura, una spaccatura dovuta proprio alla scossa delle 7.40.

Il monte si trova a pochissimi chilometri dall’epicentro del nuovo sisma e queste foto, anche se non perfettamente nitide, rendono l’idea della violenza con cui il terremoto si è fatto sentire.


I danni del trremoto sul monte che sovrasta… por videoincredibilidalweb

Durante un servizio di SkyTg24 è stata mostrata questa enorme voragine, il monte che sovrasta Castelsantangelo sul Nera è totalmente squarciato. Il paesino è uno dei più colpiti dal sisma di magnitudo 6.5. L’operatore nel video stringe l’inquadratura e quello che si vede è davvero inquietante.

Su tutto il versante della montagna vi è un’enorme voragine creata in seguito al sisma. Come ricorda la giornalista di Sky, tutti gli occhi degli abitanti sono puntati su quella grossa spaccatura. E’ stato anche intervista il comandante della Forestale che ha confermato che la spaccatura si sia creata proprio dopo questa scossa: “Si staccano pezzi di roccia e scendono a valle, portandosi dietro una nuvola di polvere”.

FONTE: Libero